Fidaxomicina versus Vancomicina nel trattamento della infezione da Clostridium difficile


L’infezione da Clostridium difficile è la causa infettiva primaria di diarrea associata agli antibiotici.

È stato condotto uno studio per confrontare la efficacia e la sicurezza di Fidaxomicina ( Dificlir ) e Vancomicina ( Vanco ) nel trattamento dei pazienti con infezione da Clostridium difficile in Europa, Canada e Stati Uniti.

Nello studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato e di non-inferiorità, sono stati arruolati pazienti da 45 siti in Europa e 41 siti in USA e Canada nel periodo 2007-2009.

I pazienti eleggibili avevano età uguale o superiore a 16 anni con infezione acuta, e positiva per la tossina di Clostridium difficile.

I pazienti sono stati assegnati in maniera casuale e in un rapporto 1:1 a ricevere Fidaxomicina per via orale ( 200 mg ogni 12 ore ) o Vancomicina per via orale ( 125 mg ogni 6 ore ) per 10 giorni.

L’endpoint primario era la cura clinica, definita come risoluzione della diarrea e nessun successivo bisogno di trattamento.

La non-inferiorità è stata pre-specificata con un margine del 10% e le popolazioni sono state analizzate per intention-to-treat modificata e per-protocollo.

Dei 535 pazienti arruolati, 270 sono stati assegnati a Fidaxomicina e 265 a Vancomicina.

Dopo l’esclusione di 26 pazienti, 509 sono stati inclusi nella analisi di popolazione per intention-to-treat modificata.

In totale, 198 ( 91.7% ) dei 216 pazienti nella popolazione per-protocollo trattati con Fidaxomicina hanno raggiunto la cura clinica, rispetto a 213 ( 90.6% ) dei 235 trattati con Vancomicina, soddisfacendo il criterio di non-inferiorità.

La non-inferiorità è stata inoltre dimostrata per la cura clinica nella popolazione per intention-to-treat modificata, con 221 ( 87.7% ) dei 252 pazienti trattati con Fidaxomicina e 223 ( 86.8% ) dei 257 trattati con Vancomicina sono stati curati.

Nella maggior parte delle analisi di sottogruppo dell’endpoint primario nella popolazione per intention-to-treat modificata, gli esiti nei 2 gruppi di trattamento non hanno mostrato differenze significative; benché i pazienti trattati contemporaneamente con antibiotici per altre infezioni abbiano mostrato un più alto tasso di cura con Fidaxomicina ( 46 [ 90.2% ] su 51 ) che con Vancomicina ( 33 [ 73.3% ] su 45; p=0.031 ).

La manifestazione di effetti avversi emergenti legati al trattamento non ha mostrato differenze tra i gruppi.

In totale, 20 ( 7.6% ) dei 264 pazienti trattati con almeno una dose di Fidaxomicina e 17 ( 6.5% ) dei 260 trattati con Vancomicina sono deceduti.

In conclusione, Fidaxomicina potrebbe essere un trattamento alternativo per l’infezione da Clostridium difficile, con efficacia e sicurezza simile a quelle osservate con Vancomicina. ( Xagena2012 )

Cornely OA et al, Lancet Infect Dis 2012; 12: 281-288

Inf2012 Gastro2012 Farma2012


Indietro

Altri articoli

L'infezione da Clostridium difficile è l'infezione più comunemente associata all'assistenza sanitaria negli Stati Uniti. Sono state valutate la sicurezza e l'efficacia...


L'EMA ( European Medicines Agency ) ha raccomandato modifiche alle informazioni del prodotto per gli antibiotici a base di Vancomicina...


Le preoccupazioni riguardanti l'efficacia della Daptomicina ( Cubicin ) per le infezioni del sangue da Staphylococcus aureus meticillino-resistente ( MRSA...


L’infezione da Clostridium difficile è una complicazione comune della terapia antibiotica che viene trattata con antibiotici, contribuendo alla distruzione in...


L’endocardite da Staphylococcus aureus ha un alto tasso di mortalità. La concentrazione minima inibitoria di Vancomicina ( MIC ) ha...


È stata segnalata in uno studio retrospettivo l’efficace applicazione di Linezolid 0.2% topico nel trattamento della cheratite batterica da gram-positivi.Tutti...


La Vancomicina ( Vanco, Vancocin ) è un antibiotico glicopeptidico, che trova indicazione nella profilassi e nel trattamento dell’endocardite e...


Ricercatori dell’University of Buffalo negli Stati Uniti hanno registrato il caso di un outcome ( risultato ) positivo in un...


I CDC ( Centers for Disease Control and Prevention U.S. ) hanno segnalato il caso di una donna statunitense...