La combinazione Clopidogrel e Aspirina riduce l'incidenza di ictus, ma aumenta il rischio di emorragia cerebrale


Lo studio POINT ha mostrato che la combinazione di Clopidogrel ( Plavix ) e Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) può ridurre il rischio di eventi ischemici maggiori tra i pazienti con ictus ischemico minore o attacco ischemico transitorio ( TIA ) ad alto rischio, rispetto alla sola Aspirina.
Tuttavia, sebbene questa combinazione possa ridurre il rischio di eventi ischemici, può aumentare il rischio di sanguinamento emorragico maggiore.

In precedenza, una sperimentazione in una coorte con popolazione cinese aveva dimostrato che una terapia antiaggregante combinata aveva avuto successo nel ridurre il rischio di ictus ricorrente.

Lo studio POINT, che ha riguardato 4.881 pazienti, aveva come obiettivo quello di verificare se i risultati potessero essere duplicati in una popolazione internazionale.

I pazienti con ictus ischemico minore o TIA ad alto rischio sono stati assegnati in modo casuale a Clopidogrel alla dose di carico di 600 mg al giorno 1, seguiti da 75 mg al giorno, più Aspirina da 50 mg a 325 mg al giorno, oppure solo Aspirina.

L'outcome primario di efficacia in un'analisi time-to-event era il rischio di un composito di eventi ischemici maggiori, definito come ictus ischemico, infarto miocardico o morte da un evento vascolare ischemico a 90 giorni.

L'84% dei pazienti previsti sono stati arruolati prima dell'arresto dello studio su indicazione del Comitato di monitoraggio dei dati e della sicurezza: la terapia di associazione era correlata a un minor rischio di eventi ischemici maggiori, ma a un più alto rischio di emorragia cerebrale a 90 giorni, rispetto all'Aspirina.

Gli eventi ischemici maggiori si sono verificati nel 5% dei pazienti trattati con Clopidogrel più Aspirina e nel 6.5% dei pazienti trattati con Aspirina più placebo ( hazard ratio, HR=0.75; IC 95%: 0.59-0.95 ).

Nella coorte che ha ricevuto Clopidogrel più Aspirina, lo 0.9% dei pazienti ha riportato emorragia cerebrale rispetto allo 0.4% nella coorte che ha ricevuto solo Aspirina ( HR=2.32; IC 95%, 1.1-4.87 ).

Dai risultati è emerso che la combinazione di Aspirina più Clopidogrel riduce l'incidenza di ictus ischemico ricorrente durante il periodo di rischio nelle prime settimane dopo un TIA o un ictus ischemico non-cardioembolico, ma il trattamento con doppia terapia dovrebbe essere limitato alle prime 3 settimane dopo un TIA o un ictus minore; in seguito dovrebbe essere instaurata una monoterapia. ( Xagena2018 )

Fonte: THe New England Journal of Medicine, 2018

Cardio2018 Neuro2018 Farma2018


Indietro

Altri articoli

L'uso dell'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) nella BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) è stato associato a una ridotta mortalità...


I test immunochimici fecali per l'emoglobina sono ampiamente utilizzati per lo screening del tumore del colon-retto ( CRC ). Studi...


Si è determinato se i disturbi ipertensivi della gravidanza aumentino il rischio di ictus a lungo termine nelle donne nel...


Nelle persone a rischio di malattie cardiovascolari, l'uso profilattico di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) a basso dosaggio riduce il...


I dati dello studio NAVIGATE ESUS hanno mostrato che nei pazienti con ictus embolico di origine indeterminata e aterosclerosi...


La combinazione di Ticagrelor ( Brilique ) e di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) riduce gli eventi ischemici rispetto alla...


Il ruolo dell'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) nella prevenzione primaria cardiovascolare rimane controverso, con potenziali benefici limitati da un aumentato...


I pazienti con malattia coronarica ( CAD ) cronica o malattia arteriosa periferica ( PAD ) e storia di insufficienza...


Dallo studio ASPREE è emerso che, tra gli anziani, l'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) a basso dosaggio non riduce...


L’Acido grasso polinsaturo Omega-3 Acido Eicosapentaenoico ( EPA ) e l'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) hanno entrambi un possibile ruolo...