Tetrasolfuro di tetrarsenico orale versus Triossido di arsenico intravenoso come trattamento di prima linea per la leucemia promielocitica acuta

È stato disegnato uno studio randomizzato, multicentrico, di fase III e di non-inferiorità per valutare efficacia e sicurezza di una miscela orale contenente Tetrasolfuro di tetrarsenico ( As4S4 ), chiamata formula Realgar - Indigo naturalis ( RIF ) rispetto a Triossido di arsenico ( Trisenox ) come terapia di induzione e mantenimento per la leucemia promielocitica acuta di nuova diagnosi.

In totale, 242 pazienti con leucemia promielocitica acuta sono stati assegnati in maniera casuale, e in un rapporto 1:1, alla formula Realgar - Indigo naturalis per via orale ( 60 mg/kg ) o a Triossido di arsenico ( 0.16 mg/kg ) in combinazione con Acido all-trans retinoico ( ATRA; 25 mg/m2 ) durante la terapia di induzione.

Dopo aver raggiunto remissione completa, tutti i pazienti hanno ricevuto 3 cicli di chemioterapia di consolidamento e un trattamento di mantenimento con ATRA sequenziale seguito da formula Realgar-Indigo naturalis o Triossido di arsenico per 2 anni.

L’endpoint primario era il tasso di sopravvivenza libera da malattia a 2 anni, valutata per la non-inferiorità con un margine di non-inferiorità del 10%.

Il periodo mediano di follow-up è stato di 39 mesi.

La sopravvivenza libera da malattia a 2 anni è stata del 98.1% ( 106 su 108 ) nel gruppo formula Realgar-Indigo naturalis e 95.5% ( 107 su 112 ) nel gruppo Triossido di arsenico.
La differenza nella sopravvivenza libera da malattia è stata pari al 2.6%.

Il limite inferiore dell’intervallo di confidenza ( CI ) del 95% per la differenza nella sopravvivenza libera da malattia è risultato superiore al margine di non-inferiorità di -10%, confermando la non-inferiorità ( P inferiore a 0.001 ).

Non sono state osservate differenze significative tra i gruppi formula Realgar-Indigo naturalis e Triossido di arsenico per quanto ha riguardato la remissione completa ( 99.1% v 97.2%; P=0.62 ) o la risposta generale a 3 anni ( 99.1% v 96.6%; P=0.18 ).

I tassi di eventi avversi sono risultati simili nei 2 gruppi.

In conclusione, la somministrazione della formula Realgar-Indigo naturalis per via orale più ATRA è risultata non-inferiore alla somministrazione intravenosa di Triossido di arsenico più ATRA come trattamento di prima linea della leucemia promielocitica acuta.
Questa nuova terapia potrebbe essere presa in considerazione come opzione di trattamento per alcuni pazienti. ( Xagena2013 )

Zhu HH et al, J Clin Oncol 2013; 31: 4215-4221

Onco2013 Emo2013 Farma2013


Indietro

Altri articoli

I risultati iniziali dello studio APL0406 hanno dimostrato che la combinazione di Acido Retinoico tutto-trans ( ATRA ) e Triossido...


Il trattamento iniziale della leucemia promielocitica acuta coinvolge tradizionalmente Tretinoina ( Acido Retinoico tutto-trans; ATRA ) in combinazione con la...


Uno studio clinico randomizzato ha confrontato l’efficacia e la tossicità dell’Acido Retinoico tutto-trans ( ATRA ) più chemioterapia rispetto ad...


I trattamenti ottimali per la recidiva di leucemia promielocitica acuta ( APL ) rimangono equivoci. È stato condotto uno studio di...


I risultati di follow-up nel lungo periodo su pazienti con leucemia promielocitica acuta trattati con Acido trans-Retinoico e chemioterapia hanno...


Sono stati in precedenza riportati i risultati ottenuti con il Triossido di Arsenico ( Trisenox ) in monoterapia nei casi...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di determinare l'efficacia e la sicurezza del trattamento della leucemia promielocitica acuta pediatrica...


Il Triossido di Arsenico induce inibizione della crescita ed apoptosi nelle linee cellulari umane di melanoma. Uno studio clinico di...


Il 20-30% dei pazienti con leucemia promielocitica acuta trattati con ATRA ( acido tutto-trans retinico ) e con un’antraciclina...