Alendronato e le reazioni avverse infiammatorie


Alendronato ( Fosamax ) è un inibitore del riassorbimento osseo mediato dagli osteoclasti, ampiamente impiegato nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi nelle donne in postmenopausa per prevenire le fratture, e nel trattamento dell’osteoporosi negli uomini.
Inoltre, l’Alendronato trova indicazione nel trattamento e nella prevenzione dell’osteoporosi indotta dai glucocorticoidi e nel trattamento della malattia di Paget.

L’Alendronato è somminsitrato per os, generalmente 1 volta a settimana.

Quasi il 50% delle sospette reazioni avverse che riguardano l’Alendronato e che giungono al CARM ( Center for Adverse Reactions Monitoring ) sono di natura gastrointestinale, muscoloscheletrica e neurologica.
Le reazioni oculari rappresentano circa il 4% di tutte le altre segnalazioni.


Dolore oculare o perdita visiva

Il trattamento con Alendronato è associato a rare ma gravi complicanze oculari.
La maggior parte di queste riguarda l’infiammazione oculare: congiuntivite, uveite, episclerite, sclerite.
Il tempo di insorgenza varia da 2 giorni a 3 anni ( in media 3 settimane ), dopo l’inizio del trattamento.
I sintomi comprendono: visione anormale o visione offuscata, arrossamento, dolore oculare e fotofobia.
I pazienti con perdita visiva o dolore oculare necessitano di valutazione oftalmologica.
La congiuntivite raramente richiede trattamento e generalmente diminuisce di intensità dopo sospensione dell’Alendronato.
Nella sclerite l’Alendronato deve essere sospeso.


Mialgia e altralgia

Negli studi clinici, il 4% circa dei pazienti trattati con Alendronato 10mg/die ha sviluppato dolore muscolare, dolore osseo o dolore articolare rispetto al 2.5% dei pazienti trattati con placebo.
Queste reazioni avverse raramente sono gravi.
Il tempo di insorgenza varia da 1 giorno a diversi mesi dopo aver iniziato il trattamento.
Alla sospensione dell’Alendronato, il dolore scompare.
Sono stati riportati casi di recidiva tra i pazienti che sono stati ri-trattati con Alendronato o un altro bifosfonato.
In alcuni pazienti la mialgia si presenta come parte di una sindrome simil-influenzale che è insorta nella prima fase di trattamento e che si manifesta con febbre e malessere.
CARM ha ricevuto 7 segnalazioni di pazienti che hanno sperimentato sinovite mentre stavano assumendo Alendronato.
Tre pazienti hanno presentato recidiva al momento del ri-trattamento.
In un paziente la sinovite era sufficientemente grave da causare la sindrome del tunnel carpale, che ha richiesto una decompressione d’urgenza.
L’interruzione del trattamento con Alendronato è raccomandata nel caso in cui si presenti una sinovite o una poliatrite o che ci sia una riesacerbazione di artrite preesistente.


Esofagite ed ulcerazione esofagea

Dolore addominale, nausea, vomito, dispepsia e diarrea sono stati frequentemente segnalati a CARM.
Sono stati anche riportati casi di esofagite, stomatite e faringite.
Reazioni avverse di maggiore gravità comprendono: ulcerazioni esofagee, restringimento esofageo, ulcerazione gastrica ed emorragia gastrointestinale.
Negli studi di post-marketing, disturbi esofagei, come esofagite, esofagite erosiva ed ulcerazione esofagea, sono risultati associati al trattamento con Alendronato, così come l’ulcera gastrica, la gastrite e la gastroduodenite.
Restringimenti e perforazioni rappresentano gravi conseguenze dell’ulcerazione esofagea, attribuita all’Alendronato. ( Xagena2006 )

Fonte: MedSafe, 2006


Farma2006 Endo2006 Gyne2006 Gastro2006 Oftalm2006 Reuma2006




Indietro

Altri articoli

L'osteoporosi è sottotrattata nei pazienti che presentano una frattura dell'anca e l'uso dell'Alendronato ( Fosamax ) in questi individui è associato a...


Romosozumab è un anticorpo monoclonale che lega e inibisce la sclerostina, aumenta la formazione ossea e diminuisce il riassorbimento osseo. Sono...


Denosumab ( Prolia ) ha dimostrato di ridurre le nuove fratture vertebrali, non-vertebrali e dell'anca nelle donne in postmenopausa con...


L’osso corticale, l'elemento dominante dello scheletro umano per volume, svolge un ruolo chiave nella protezione delle ossa dalle fratture. Un...


L'osteoporosi con conseguente fratture ossee è una complicanza nei pazienti con cirrosi biliare primaria. Alendronato una volta alla settimana migliora...


Per le donne con osteoporosi, il tasso di fratture vertebrali a livelli adiacenti è relativamente basso, con ridotta probabilità con...


La terapia di deprivazione androgenica ( ADT ) induce la perdita di densità minerale ossea ( BMD ) e aumenta...


Uno studio osservazionale ha mostrato che dopo 2 anni, sia Risedronato ( Actonel ) sia Alendronato ( Fosamax ) hanno...


Merck, nota come MSD al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, ha annunciato i risultati di uno studio...


Alendronato ( Fosamax ) è un potente bifosfonato con una prolungata durata d’azione. Recenti report hanno trovato che nei...