Terapia di consolidamento con Alemtuzumab sottocutaneo dopo induzione con Fludarabina e Rituximab per leucemia linfocitica cronica non-trattata in precedenza


È stato condotto uno studio con lo scopo di determinare se la terapia di consolidamento con Alemtuzumab ( MabCampath ) fosse in grado di migliorare i tassi di risposta e la sopravvivenza libera da progressione dopo chemioimmunoterapia di induzione in pazienti sintomatici con leucemia linfocitica cronica non-trattati in precedenza.

I pazienti coinvolti ( n=102 ) hanno ricevuto Fludarabina ( Fludara ) 25 mg/m(2) per via intravenosa nei giorni da 1 a 5 e Rituximab ( MabThera ) 50 mg/m(2) al giorno 1, 325 mg/m(2) al giorno 3 e 375 mg/m(2) al giorno 5 del ciclo 1 e in seguito 375 mg/m(2) al giorno 1 di ciascun ciclo da 2 a 6; la somministrazione di Fludarabina più Rituximab è stata ripetuta ogni 28 giorni per 6 cicli.

Tre mesi dopo il completamento della terapia con Fludarabina più Rituximab, i pazienti con malattia stabile o con risposta migliore hanno ricevuto Alemtuzumab per via sottocutanea ( 3 mg al giorno 1, 10 mg al giorno 3, e 30 mg al giorno 5 e in seguito 30 mg 3 volte a settimana per 5 settimane ).

I tassi di risposta generale, completa e parziale sono stati, rispettivamente, 90%, 29% e 61% dopo Fludarabina più Rituximab; il 15% dei pazienti è risultato negativo per malattia minima residua.

Dei 102 pazienti, 58 hanno ricevuto Alemtuzumab; 28 ( 61% ) su 46 pazienti che avevano raggiunto risposta parziale dopo Fludarabina più Rituximab hanno mostrato risposta completa dopo Alemtuzumab.

Con un’analisi per intention-to-treat ( n=102 ), i tassi di risposta generale e risposta completa sono stati 90% e 57% dopo Alemtuzumab, rispettivamente; il 42% è diventato negativo per malattia minima residua.

Con un follow-up mediano di 36 mesi, la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 36 mesi; a 2 anni, la sopravvivenza libera da progressione è stata del 72%, mentre la sopravvivenza generale pari all’86%.

In pazienti che avevano raggiunto risposta completa dopo Fludarabina più Rituximab, Alemtuzumab è risultato associato a 5 decessi legati a infezioni ( virali e da Listeria meningitis e Legionella, Citomegalovirus e Pneumocystis pneumonia ), che sono comparse fino a 7 mesi dopo l’ultima terapia e lo studio è stato modificato per escludere i pazienti con risposta completa dal trattamento con Alemtuzumab.

In conclusione, la terapia di consolidamento con Alemtuzumab ha migliorato i tassi di risposta completa e di negatività a malattia minima residua dopo induzione con Fludarabina più Rituximab, ma ha causato infezioni gravi in pazienti che avevano già raggiunto risposta completa dopo l’induzione e non ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione o la sopravvivenza generale a 2 anni. ( Xagena2010 )

Lin TS et al, J Clin Oncol 2010; 28: 4500-4506


Emo2010 Farma2010 Onco2010


Indietro

Altri articoli

È stato descritto che il trattamento dei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente ( RRMS ) con Alemtuzumab ( Lemtrada )...


Alemtuzumab ( Lemtrada ), un anticorpo anti-CD52, ha dimostrato di essere più efficace dell'Interferone beta-1a nel trattamento della sclerosi multipla...


Sono stati pubblicati due casi di grave infiammazione a livello del sistema nervoso centrale dopo terapia con Alemtuzumab (...


La leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T ( T-LGL ) è una malattia linfoproliferativa che si presenta con citopenia...


Alemtuzumab ( Lemtrada ) ha dimostrato di revertire alcune delle disabilità fisiche associate alla sclerosi multipla recidivante-remittente. Alemtuzumab è un anticorpo...


I pazienti con leucemia linfatica cronica / piccolo linfoma linfocitico ( CLL ) che richiedono terapia iniziale sono spesso anziani...


La leucemia linfatica cronica ( CLL ) recidivata / refrattaria rappresenta una sfida clinica, in particolare quando si verificano mutazioni...


Lo studio randomizzato di fase 3 HOVON 68 CLL ( Haemato Oncology Foundation for Adults in The Netherlands 68 )...


I risultati intermedi del secondo anno dello studio di estensione di Alemtuzumab ( Lemtrada ) per la sclerosi multipla sono...


Alemtuzumab ( Lemtrada ), un anticorpo monoclonale anti-CD52, ha aumentato il rischio di disfunzione tiroidea nello studio di fase 2...