Upadacitinib superiore ad Adalimumab nell'artrite reumatoide refrattaria al Metotrexato


Upadacitinib ( Rinvoq ), un inibitore di JAK1, è superiore ad Adalimumab ( Humira ) e al placebo nel migliorare i segni, i sintomi e la funzione fisica tra i pazienti con artrite reumatoide che hanno presentato una risposta inadeguata al Metotrexato.

E' stata analizzata l'efficacia e la sicurezza di Upadacitinib, rispetto ad Adalimumab e al placebo, tra i pazienti con artrite reumatoide e una risposta inadeguata al Metotrexato, nello studio SELECT-COMPARE.
Lo studio di fase 3, in doppio cieco, ha incluso 1.629 adulti valutati in 286 Centri in 41 Paesi.
I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale in un rapporto 2: 2:1 a ricevere 15 mg di Upadacitinib, 40 mg di Adalimumab oppure placebo ogni giorno, il tutto durante il trattamento di fondo stabile con Metotrexato.

Gli endpoint primari includevano ACR20 e DAS28-CRP inferiore a 2.6 rispetto al placebo alla settimana 12.
Inoltre, è stata valutata la progressione radiografica alla settimana 26.
Gli eventi avversi riportati dallo sperimentatore sono stati raccolti e riassunti fino alla settimana 26.
Un Cardiovascular Adjudication Committee indipendente, in cieco, ha valutato gli eventi cardiovascolari, usando definizioni predefinite, e i decessi.

Entrambi gli endpoint primari sono stati raggiunti nei pazienti trattati con Upadacitinib alla settimana 12 ( P minore o uguale a 0.001 ) con ACR20 raggiunto dal 71% contro il 36% nel gruppo placebo, e il punteggio DAS28-CRP inferiore a 2.6 raggiunto dal 29% contro il 6% nel gruppo placebo.

Upadacitinib ha dimostrato superiorità rispetto ad Adalimumab in ACR50, nonché nei cambiamenti del dolore e del punteggio alla scala HAQ-DI ( Health Assessment Questionnaire Disability Index ).

Upadacitinib è risultato anche superiore ad Adalimumab in base alla percentuale di pazienti che hanno raggiunto un punteggio DAS28-CRP di 3.2 o inferiore.

Inoltre, un numero maggiore di pazienti trattati con Upadacitinib ha dimostrato una bassa attività o remissione della malattia, rispetto sia al placebo sia ad Adalimumab ( P 0.001 ).

La progressione radiografica è risultata più inibita e riscontrata in un minor numero di pazienti nel gruppo Upadacitinib rispetto al gruppo placebo ( P minore o uguale a 0.001 ).

Gli eventi avversi alla settimana 26 erano comparabili tra i gruppi Upadacitinib e Adalimumab.
Il gruppo Adalimumab ha dimostrato la più alta percentuale di pazienti con eventi avversi gravi e interruzione del trattamento.
I tassi di infezione da herpes zoster e di incremento della creatina fosfochinasi ( CPK ) erano più alti tra i pazienti trattati con Upadacitinib.
Sono stati segnalati tre tumori maligni, cinque eventi cardiovascolari avversi maggiori e quattro decessi tra i partecipanti; nessuno di questi eventi si è verificato nel gruppo Upadacitinib.
Vi sono stati sei eventi tromboembolici venosi, incluso uno nel gruppo placebo, due tra i pazienti trattati con Upadacitinib e tre nel gruppo Adalimumab. ( Xagena2019 )

Fonte: Arthritis & Rheumatology, 2019

Reuma2019 Farma2019


Indietro

Altri articoli

Una revisione di 75 studi clinici di Adalimumab ( Humira ) su pazienti adulti e pediatrici ha dimostrato bassi tassi...


La psoriasi è una malattia autoimmune che colpisce circa 100 milioni di persone in tutto il mondo ed è una...


Sono stati valutati efficacia, sicurezza e rapporto costo-efficacia dell'ottimizzazione della terapia con Adalimumab ( Humira ) in una vasta serie...


Sono stati valutati gli esiti clinici nei pazienti che hanno cambiato il trattamento da Adalimumab ( Humira ) a Baricitinib...


La strategia di dosaggio ottimale a lungo termine per Adalimumab ( Humira ) nell'idrosadenite suppurativa / acne inversa è stata...


Sono stati determinati gli esiti a lungo termine dei partecipanti arruolati da un singolo Centro nello studio SYCAMORE, uno studio...


Le terapie biologiche sono ampiamente utilizzate nei pazienti con colite ulcerosa. Mancano studi diretti su queste terapie in pazienti con...


I pazienti obesi con artrite reumatoide riportano più gonfiore articolare e dolorabilità e spesso hanno risposte più scarse alla terapia...


Il successo della sospensione del trattamento nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica in stato di remissione rimane sconosciuto. Lo studio ABILITY-3...