Colite ulcerosa: efficacia di Adalimumab nei pazienti ambulatoriali dopo fallimento del trattamento con Infliximab, una prima esperienza di vita reale


Adalimumab ( Humira ) è il principale trattamento per la colite ulcerosa non-responsiva o non-tollerante i trattamenti standard.
E’ stata valutata l'efficacia e la sicurezza di Adalimumab nel trattamento ambulatoriale dei pazienti con colite ulcerosa in Centri primari di gastroenterologia.

Sono stati arruolati 15 pazienti ( 6 maschi, età media 29.9 anni, range 22.8-39.9 anni ).
Tutti i pazienti erano stati in precedenza trattati con Infliximab ( Remicade ).

L’attività clinica e la gravità endoscopica sono stati valutati in base al punteggio dell'indice della attività della malattia di Crohn ( CDAI ) e il sottopunteggio Mayo per l’endoscopia.
I pazienti sono stati clinicamente valutati alle settimane 4, 8, e, successivamente, alle settimane 16, 24, 32, 40, 48, e 54.
La colonscopia è stata effettuata prima di iniziare il trattamento, e alle settimane 24 e 54.

Gli endpoint co-primari erano rappresentati dalla remissione clinica a 24 e 54 settimane.
Gli endpoint secondari comprendevano: 1) remissione clinica sostenuta; 2) effetto risparmiatore di steroidi; 3) guarigione della mucosa; 4) necessità di colectomia.

La dose di induzione di Adalimumab è stata pari a 160 mg alla settimana 0, e poi 80 mg alla settimana 2, mentre il trattamento di mantenimento con Adalimumab è stato di 40 mg ogni due settimane.

La remissione clinica è stata ottenuta in 11 ( 73.3% ) e 15 ( 100% ) pazienti alle settimane 24 e 54, rispettivamente.

Dieci pazienti ( 66.7% ) hanno interrotto gli steroidi ed erano in remissione senza trattamento con corticosteroidi alla settimana 54.

Nessun paziente è stato sottoposto a colectomia.

Otto pazienti ( 53.33% ) alla settimana 24, e 9 pazienti ( 60% ) alla settimana 54 hanno raggiunto una completa guarigione della mucosa ( punteggio endoscopico Mayo 0 ).

Gli effetti indesiderati sono stati riportati in 2 pazienti su 15 ( 13.3% ); nessuno di questi pazienti ha interrotto il trattamento.

In conclusione, Adalimumab sembra essere efficace e sicuro nei pazienti ambulatoriali affetti da colite ulcerosa, e precedentemente trattati con Infliximab. ( Xagena2014 )

Tursi A et al, Ann Gastroenterol 2014; 27: 369-373

Gastro2014 Farma2014


Indietro

Altri articoli

Sono stati valutati efficacia, sicurezza e rapporto costo-efficacia dell'ottimizzazione della terapia con Adalimumab ( Humira ) in una vasta serie...


I pazienti obesi con artrite reumatoide riportano più gonfiore articolare e dolorabilità e spesso hanno risposte più scarse alla terapia...


Il successo della sospensione del trattamento nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica in stato di remissione rimane sconosciuto. Lo studio ABILITY-3...


Nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica ( axSpA ) che raggiungono una remissione prolungata della malattia con Adalimumab ( Humira...


La psoriasi del cuoio capelluto, dei palmi delle mani e/o delle piante dei piedi e delle unghie è difficile da...


Da una analisi post-hoc di uno studio clinico randomizzato è emerso che la monoterapia con Sarilumab ( Kevzara ) ha...


Poiché la sindrome di Behçet è il prototipo della trombosi indotta da infiammazione, gli immunosoppressori sono raccomandati al posto degli...


Baricitinib ( Olumiant ) è un inibitore reversibile orale delle Janus chinasi JAK1 e JAK2 che può avere valore terapeutico...


Tofacitinib ( Xeljanz ) è un inibitore orale della Janus chinasi per il trattamento dell'artrite reumatoide. L'ORAL ( Oral Rheumatoid Arthritis...


La Commissione Europea ( CE ) ha rilasciato l’autorizzazione all'immissione in commercio per il biosimilare di Adalimumab Imraldi. Il farmaco...