Baricitinib versus placebo o Adalimumab nella artrite reumatoide


Baricitinib ( Olumiant ) è un inibitore reversibile orale delle Janus chinasi JAK1 e JAK2 che può avere valore terapeutico nei pazienti con artrite reumatoide.

È stato condotto uno studio di 52 settimane, di fase 3, in doppio cieco, con controllo attivo e con placebo, in cui 1.307 pazienti con artrite reumatoide attiva trattati con una terapia a base di Metotrexato sono stati assegnati in modo casuale a uno di 3 regimi: placebo ( passati a Baricitinib dopo 24 settimane ), 4 mg di Baricitinib una volta al giorno, o 40 mg di Adalimumab [ Humira ] ( un anticorpo monoclonale anti-fattore di necrosi tumorale alfa [ TNF-alfa ] ) ogni due settimane.

Le misure di endpoint valutate dopo aggiustamento per molteplicità hanno incluso un miglioramento del 20% secondo i criteri dell’American College of Reumatology ( risposta ACR20, endpoint primario ), Disease Activity Score per 28 articolazioni ( DAS28 ), Health Assessment Questionnaire-Disability Index, e Simplified Disease Activity Index alla settimana 12, così come progressione radiografica del danno articolare misurata dalla modificazione ven der Heijde del punteggio Sharp totale ( mTSS, da 0 a 448, con punteggi più alti che indicano maggiore danno articolare strutturale ) alla settimana 24.

Più pazienti hanno avuto una risposta ACR20 alla settimana 12 con Baricitinib rispetto al placebo ( endpoint primario, 70% vs 40%, P minore di 0.001 ).

Tutti i principali endpoint secondari sono stati raggiunti, inclusa l'inibizione della progressione radiografica dei danni alle articolazioni, secondo mTSS alla settimana 24 con Baricitinib rispetto al placebo ( cambiamento medio rispetto al basale, 0.41 vs 0.90; P minore di 0.001 ) e un aumento della risposta ACR20 alla settimana 12 con Baricitinib rispetto ad Adalimumab ( 70% vs 61%, P=0.014 ).

Gli eventi avversi, comprese le infezioni, sono stati più frequenti alla settimana 24 con Baricitinib e Adalimumab rispetto al placebo.
Sono stati riportati tumori in 5 pazienti ( 2 che hanno ricevuto Baricitinib e 3 che hanno ricevuto placebo ).
Baricitinib è stato associato a riduzioni nella conta dei neutrofili e ad aumenti dei livelli di creatinina e colestero LDL.

In conclusione, nei pazienti con artrite reumatoide che avevano avuto una risposta inadeguata al Metotrexato, Baricitinib è risultato associato a miglioramenti clinici significativi rispetto al placebo e ad Adalimumab. ( Xagena2017 )

Taylor PC et al, N Engl J Med 2017; 376: 652-662

Reuma2017 Farma2017


Indietro

Altri articoli

Sono stati valutati efficacia, sicurezza e rapporto costo-efficacia dell'ottimizzazione della terapia con Adalimumab ( Humira ) in una vasta serie...


I pazienti obesi con artrite reumatoide riportano più gonfiore articolare e dolorabilità e spesso hanno risposte più scarse alla terapia...


Il successo della sospensione del trattamento nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica in stato di remissione rimane sconosciuto. Lo studio ABILITY-3...


Nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica ( axSpA ) che raggiungono una remissione prolungata della malattia con Adalimumab ( Humira...


La psoriasi del cuoio capelluto, dei palmi delle mani e/o delle piante dei piedi e delle unghie è difficile da...


Da una analisi post-hoc di uno studio clinico randomizzato è emerso che la monoterapia con Sarilumab ( Kevzara ) ha...


Poiché la sindrome di Behçet è il prototipo della trombosi indotta da infiammazione, gli immunosoppressori sono raccomandati al posto degli...


Tofacitinib ( Xeljanz ) è un inibitore orale della Janus chinasi per il trattamento dell'artrite reumatoide. L'ORAL ( Oral Rheumatoid Arthritis...


La Commissione Europea ( CE ) ha rilasciato l’autorizzazione all'immissione in commercio per il biosimilare di Adalimumab Imraldi. Il farmaco...