Adalimumab migliora la psoriasi ungueale


I risultati iniziali di uno studio di fase 3 hanno evidenziato che il trattamento con Adalimumab ( Humira ) ha permesso in un’alta percentuale di pazienti di raggiungere un miglioramento di almeno il 75% nella psoriasi ungueale moderata-grave, rispetto al placebo.

Fino al 55% delle persone con psoriasi e il 70% delle persone con artrite psoriasica sviluppano psoriasi ungueale.

Un totale di 217 adulti affetti da psoriasi alle unghie da moderata a grave e psoriasi a placche cronica da moderata a grave sono stati assegnati in modo casuale ad Adalimumab 40 mg ogni due settimane ( n=109 ) dopo un periodo iniziale di 80 mg, oppure a placebo ( n=108 ), per le prime 26 settimane dello studio ( Periodo A ).
I pazienti la cui superficie corporea interessata dalla psoriasi aumentava di almeno il 25% dal basale dopo 16 settimane nel Periodo A erano eleggibili a ricevere, in aperto, Adalimumab per 26 settimane ( Periodo B ).

Alla 26.a settimana, il 46.6% dei pazienti trattati con Adalimumab ha raggiunto un miglioramento di almeno il 75% alla scala NPSI ( Nail Psoriasis Severity Index ) modificata contro il 3.4% dei pazienti trattati con placebo ( P inferiore a 0.001 ).

Il 48.9% dei pazienti trattati con Adalimumab ha raggiunto il punteggio di 0 o 1 ( da clear [ assente ] a minimo ) alla scala Nail PGA ( Physician's Global Assessment ) con un miglioramento di almeno 2 punti rispetto al basale, contro il 6.9% nella coorte placebo ( P inferiore a 0.001 ).

Eventi avversi sono stati riportati dal 56.9% dei pazienti nella coorte Adalimumab e dal 55.6% nella coorte placebo.
Gli eventi avversi gravi sono stati riportati dal 7.3% nella coorte Adalimumab e dal 4.6% nella coorte placebo. ( Xagena2016 )

Fonte: Abbvie, 2016

Dermo2016 Farma2016


Indietro

Altri articoli

Sono stati valutati efficacia, sicurezza e rapporto costo-efficacia dell'ottimizzazione della terapia con Adalimumab ( Humira ) in una vasta serie...


I pazienti obesi con artrite reumatoide riportano più gonfiore articolare e dolorabilità e spesso hanno risposte più scarse alla terapia...


Il successo della sospensione del trattamento nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica in stato di remissione rimane sconosciuto. Lo studio ABILITY-3...


Nei pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica ( axSpA ) che raggiungono una remissione prolungata della malattia con Adalimumab ( Humira...


La psoriasi del cuoio capelluto, dei palmi delle mani e/o delle piante dei piedi e delle unghie è difficile da...


Da una analisi post-hoc di uno studio clinico randomizzato è emerso che la monoterapia con Sarilumab ( Kevzara ) ha...


Poiché la sindrome di Behçet è il prototipo della trombosi indotta da infiammazione, gli immunosoppressori sono raccomandati al posto degli...


Baricitinib ( Olumiant ) è un inibitore reversibile orale delle Janus chinasi JAK1 e JAK2 che può avere valore terapeutico...


Tofacitinib ( Xeljanz ) è un inibitore orale della Janus chinasi per il trattamento dell'artrite reumatoide. L'ORAL ( Oral Rheumatoid Arthritis...


La Commissione Europea ( CE ) ha rilasciato l’autorizzazione all'immissione in commercio per il biosimilare di Adalimumab Imraldi. Il farmaco...